Home / Attività Parlamentare / “Nel PD ci sono anche persone di sinistra”
“Nel PD ci sono anche persone di sinistra”

“Nel PD ci sono anche persone di sinistra”

Nel PD c’è ancora qualcuno di sinistra? Questa domanda vorrei rivolgerla a tutti gli elettori del PD, a tutte quelle persone che si sono sentite tradite da un partito che nonostante tutte le promesse sostenute in campagna elettorale adesso è al  governo con il nemico di sempre, il pregiudicato Silvio Berlusconi.

La stessa domanda vorrei rivolgerla a tutti i giovani  eletti nel Partito Derogatico che, sono sicuro, vorrebbero per una volta poter esprimere la propria opinione senza essere vincolati da ordini che ricevono dai “gotha” del partito. Gente che in campagna elettorale diceva di essere contro la guerra, contro il TAV… come stanno votando in Aula? La sostanza è molto diversa dalle parole

La parola “coerenza” è stata cancellata dal vocabolario dei parlamentari del PD. La prova è sotto gli occhi di tutti: provate a non cambiare canale e a seguire per intero un talk-show televisivo e segnatevi tutte le dichiarazioni che gli esponenti dei partiti rilasciano, poi nei giorni successivi seguite una diretta dalla Camera e come per magia fanno esattamente il contrario di quello che hanno dichiarato 12 ore prima. Coerenza.

Di seguito il mio intervento in aula durante il Costruzionismo sul Dl Missioni, a seguire il testo dell’intervento

Signor Presidente, io voglio esprimere parere diverso rispetto a quello del gruppo, perché io ho intenzione di votare in modo favorevole a questo emendamento.

Voglio in questa occasione ringraziare il deputato, il collega Vecchio di Scelta Civica che ci dà una grande lezione di coraggio. Dà questa lezione di coraggio soprattutto alla maggioranza, perché lui dimostra di poter votare al di fuori degli schemi partitici. Il suo partito, il suo movimento voterà in modo diverso.

Io so che all’interno del Partito Democratico ci sono tante persone di sinistra, oltre che democristiani, e io chiedo proprio a quelle persone di votare in modo diverso e di votare in modo favorevole a questi emendamenti, perché per dodici anni hanno detto che questa guerra era sbagliata. Adesso hanno l’opportunità di dimostrare che quelle non erano solo parole. Possono finalmente essere coerenti e votare, quindi, in modo favorevole a questo emendamento.
Quindi, questo mio intervento è un invito a tutti i ragazzi, a tutti i giovani miei coetanei del PD a votare in modo contrario a quello del loro partito

Commenti

Scroll To Top