Consegna del Premio “Peppino Impastato” – Targa 100 Passi 2022 alle ragazze e ai ragazzi del coro Maurolico di Messina

27 Maggio 2022

Questo pomeriggio ho avuto il piacere di consegnare il Premio “Peppino Impastato” – Targa 100 Passi 2022 alle ragazze e ai ragazzi del coro Maurolico di #Messina che hanno realizzato un video musicale reinterpretando “I cento passi” dei Modena City Ramblers, con l’arrangiamento della Maestra Agnese Carrubba e il prezioso contributo della videomaker Deborah Bernava. All’evento hanno partecipato anche la sottosegretaria Barbara Floridia e il Console generale Michelut.

Sono veramente orgoglioso dell’attività svolta dagli studenti del coro del Maurolico che, tramite la forza e la contagiosità della musica, hanno voluto lanciare un messaggio chiaro e diretto sull’importanza della cultura della legalità e sulla lotta alle mafie. Sono ancor più felice che la premiazione di oggi e il gemellaggio promosso tra Rete 100 Passi Hannover e il coro Maurolico di Messina siano nati dalla presentazione del libro di Danilo Sulis Da Radio Aut a Radio 100 passi che ho organizzato come Questore alla Camera dei deputati lo scorso 23 febbraio. Durante la presentazione, infatti, è stata trasmessa la bellissima interpretazione de “I cento passi” da parte del coro che ha fatto emozionare tutti i presenti, tra i quali anche Francesco Impastato e Danilo Sulis, dai quali è nata l’idea di promuovere un gemellaggio tra Rete 100 Passi Hannover e il coro Maurolico di Messina e di valorizzare il lavoro svolto da queste ragazze e ragazzi assegnandogli il premio “Peppino Impastato – Targa 100 passi” per il 2022.

Come ha detto Francesco Impastato, questi ragazzi hanno dimostrato di essere un «punto di sviluppo verso le nuove generazioni» dei messaggi su Peppino che sono veicolati da anni attraverso l’attività di Casa Memoria “Felicia e Peppino Impastato” e di Rete 100 passi. La figura di Peppino Impastato è una delle più amate dalle nuove generazioni per la forza del suo linguaggio rivoluzionario. A distanza di oltre quarant’anni dall’uccisione di Peppino, decine di giovani arrivano a Cinisi da tutta Italia ogni anno per commemorare la sua figura e per ricordare il suo esempio di vita, custodendone la memoria.

Grazie a iniziative come quella del Coro del Liceo Maurolico, piantiamo un seme di speranza e di legalità per il futuro.

Condividi questa notizia

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.