RDC: Tre anni fa, la sua presentazione ufficiale

22 Gennaio 2022

Tre anni fa, il 22 gennaio 2019, presentavamo ufficialmente il Reddito di Cittadinanza.

Ricordo ancora l’emozione che provai quel giorno e, come me, tutti miei colleghi del Movimento 5 Stelle. Dopo anni, finalmente, sarebbe diventato realtà il Reddito di Cittadinanza. Di lì a poco, avremmo garantito un reddito minimo a chi viveva sotto la soglia di povertà.

Quando ripenso a quei momenti, mi rendo conto che abbiamo dato vita a una vera e propria rivoluzione, una rivoluzione gentile come abbiamo sempre voluto. Dalla marcia Perugia-Assisi, ne abbiamo fatta di strada. Con tanto impegno, senza mai arrenderci, siamo riusciti a far diventare legge questa misura di civiltà che mancava quasi solo in Italia. In questo cammino, siamo stati sostenuti non solo dai cittadini ma anche da tante associazioni che hanno sostenuto la nostra proposta.

Il Reddito di cittadinanza è diventato realtà e ogni giorno ne sono profondamente orgoglioso. Non si tratta solo della vittoria di una nostra battaglia storica. Si tratta, piuttosto, della realizzazione di una misura di eguaglianza, di equità, di giustizia sociale, di solidarietà. Una misura di necessità che ci stiamo impegnando a migliorare nel tempo, apportando tutti i correttivi necessari a garantire la sua fruizione solo a chi ne ha effettivo diritto, intensificando i controlli e favorendo l’inserimento nel mondo del lavoro.

Grazie al Reddito di cittadinanza, lo Stato non abbandona i cittadini, non li lascia nella miseria. Con il Reddito di Cittadinanza abbiamo messo al centro l’individuo, le sue esigenze. Abbiamo ridato dignità a cittadine e cittadini, a famiglie intere che non riuscivano a mettere un pastlocaldo a tavola. Mai più cittadini ai margini della societa, così abbiamo garantito l’integrazione. E continueremo a farlo, difendendo la misura da chi vigliaccamente vuole abrogarla.

Condividi questa notizia