500 Ricercatori stabilizzati negli enti pubblici

3 Marzo 2021

Questo momento storico ci insegna più che mai quanto, per il nostro Paese, sia essenziale investire nella ricerca e garantire condizioni di lavoro stabili alle nostre menti migliori.

Con uno stanziamento di 25 milioni, a partire dal 2021, tale anche per gli anni a seguire, rendiamo economicamente sostenibile il processo di assunzione di questi professionisti negli enti pubblici di ricerca.

Grazie all’ultima legge di bilancio portiamo a termine il percorso di stabilizzazione di centinaia di ricercatori precari, rimasti esclusi dagli effetti della legge Madia.

È nostro dovere investire sempre di più nella ricerca e dare il giusto riconoscimento a chi ha il merito di saper proiettare nel futuro l’Italia.

Condividi questa notizia

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.