La forza del MoVimento

È vero, il MoVimento 5 Stelle ha una grande responsabilità. Quella di far continuare il cambiamento. Condivido le parole di Luigi Di Maio, che in una delle sue ultime interviste ha detto: “Il MoVimento ha intrapreso un percorso di maturità, sta acquisendo una nuova credibilità e non deve aver paura dei cambiamenti. Siamo noi stessi l’essenza del cambiamento, abbiamo stravolto lo scacchiere politico degli ultimi dieci anni, ora abbiamo una grande responsabilità”.

Il MoVimento ha gli occhi puntati addosso. Gli occhi delle altre forze politiche, dei media, dei commentatori. Quelli dei cittadini, i più importanti: carichi di aspettative, ma anche consapevoli delle conferme che stiamo dando in questi anni, portando avanti i nostri valori e i nostri provvedimenti che cambiano il Paese. E che adesso abbiamo il dovere di difendere. Come il Reddito di Cittadinanza, senza il quale oltre 3 milioni di persone, oggi, si sarebbero trovate senza via d’uscita anche a causa della pandemia.

Vogliono dividerci, da sempre. A volte, quando si sente parlare del MoVimento cambia perfino il vocabolario. Il ‘confronto’, ad esempio, se riferito alle altre forze politiche viene chiamato ‘dibattito interno’, quando si parla di noi si trasforma in ‘scontro’, ‘guerra’, ‘lacerazione’. Fino a ieri mattina, però, eravamo tutti assieme in un momento delicatissimo per il Paese, a dare il meglio di noi stessi.

Ma non dimentichiamoci nemmeno del significato e degli effetti del nostro ingresso nella vita politica e nelle Istituzioni. Sobrietà, innanzitutto. Taglio degli sprechi e taglio dei vitalizi sono le cose più evidenti che abbiamo ottenuto, ma chi lavora nelle Istituzioni sa anche che, con il MoVimento dentro i ‘palazzi’, c’è un atteggiamento molto diverso da parte degli altri politici. Si sono adattati e ridimensionati, da ‘onnipotenti’ a ‘comuni mortali’, come tutti.

Il nostro modo di intendere la gestione della cosa pubblica, in questi anni, penso abbia anche influito positivamente sui programmi delle altre forze politiche. Ad esempio, alcune di queste hanno ormai detto più volte e chiaramente che, contro la povertà, il Reddito di Cittadinanza è uno strumento che funziona. O ancora, i temi: oggi ci sono forze politiche che parlano di ambiente, argomento totalmente assente dalla loro agenda fino a poco tempo fa. Questi temi, queste azioni sono la spina dorsale del MoVimento, come anche la lotta alla corruzione e la legalità. Adesso c’è l’importantissimo appuntamento del Recovery Fund, e anche lì deve esserci la nostra impronta. Anche lì porteremo il nostro bagaglio di contenuti e visione del futuro. Ecco perchè una forza politica come il MoVimento, oggi, è centrale per la vita politica del Paese.

Con l’umiltà che ci contraddistingue, facciamo valere i nostri numeri. Facciamo sentire la nostra presenza, mostrando a tutti perchè è importante. Ma, al tempo stesso, ricordiamo sempre che possiamo essere determinanti soltanto se determinati.

Adesso tocca ancora una volta a noi. Ascoltiamo, ma soprattutto facciamoci sentire. Concentrati, non cediamo alle provocazioni e troviamo sempre nuove soluzioni per i cittadini, senza dimenticare da dove veniamo. Forza!

1 Commento

  • Sono d’accordo

Lascia un commento

Event Detail

7 Febbraio 2021 00:07

Warning: date() expects parameter 2 to be long, string given in /web/htdocs/www.francescoduva.it/home/wp-content/plugins/ova-events-manager/templates/single-event.php on line 350
+ Google Calendar + Ical Export