Condanniamo ogni forma di odio con le azioni quotidiane

Su Liliana Segre si stanno spendendo molte parole. Per me si racchiude tutto in una frase che la senatrice a vita avrebbe pronunciato stamattina, al suo primo appuntamento pubblico con la scorta al seguito: “Voglio solo guardare la mostra”.

Oggi Liliana Segre ci dà un’altra grande lezione, che spiazza per la sua semplicità: rispondere con la ‘normalità’, rivendicare la quotidianità. Una quotidianità in cui non ci deve essere spazio per l’odio e per l’antisemitismo, a cominciare dalle piccole scelte. Una quotidianità che viene strappata a chi subisce certe aggressioni.

Quello della senatrice a vita è un gesto concreto, un argine reale a ogni ondata di violenza, fisica e verbale, che viene proprio da chi ne è stato bersaglio. Prendiamo esempio, condanniamo ogni forma di odio con le azioni quotidiane. Non restiamo indifferenti quando al supermercato, allo stadio, per strada siamo testimoni di fatti di violenza. Fermiamoci e facciamo ragionare chi pronuncia certe frasi o compie certe azioni.

Condanniamo e denunciamo ogni episodio di odio: è nostro preciso dovere, che equivale a precisi diritti per chi ci circonda e per chi verrà dopo di noi.

Lascia un commento

Event Detail

7 Novembre 2019 20:20

Warning: date() expects parameter 2 to be long, string given in /web/htdocs/www.francescoduva.it/home/wp-content/plugins/ova-events-manager/templates/single-event.php on line 350
+ Google Calendar + Ical Export