A tu per tu con Barbara Floridia nuova Sottosegretaria all’Istruzione

La nomina della senatrice messinese Barbara Floridia a Sottosegretario del Ministero dell’Istruzione nel Governo Draghi è stata per tutti noi un grande motivo di orgoglio e di soddisfazione. Negli ultimi tre anni, insieme a Barbara abbiamo combattuto, e vinto, tante battaglie per il nostro territorio.

In questo post voglio presentarvi Barbara Floridia in modo più informale, attraverso una chiacchierata fatta di domande, risposte… e qualche curiosità.

 

Barbara, parlaci delle cose che hai portato avanti durante gli anni di questa legislatura.

Dalla mia elezione a senatrice, nel 2018, mi sono sempre impegnata per portare avanti battaglie per il nostro territorio. Essendo una docente, ho sempre avuto una certa sensibilità per le tematiche inerenti al mondo scolastico, ma il mio impegno è sempre stato molto più ampio. Nel 2018 ho presentato il disegno di legge sulla cittadinanza attiva e responsabile e poi, proprio insieme a te, ho lavorato per la realizzazione dell’Autorità di Sistema Portuale dello Stretto e per l’istituzione dell’area marina Protetta di Milazzo. Mi sono battuta per la riapertura dell’AIA della Raffineria di Milazzo (Autorizzazione Integrata Ambientale), per la risoluzione dei dissalatori nelle isole minori.

L’emendamento sulle tariffe sociali per i voli aerei, pensato col collega deputato Luciano Cantone e portato avanti dal sottosegretario Cancelleri, ha la mia firma così come l’implementazione delle corse degli aliscafi nella tratta Villa – Messina.

In ambito scolastico ho promosso l’iniziativa “Google nelle scuole” per l’educazione alla cittadinanza digitale ed ho prolungato la validità da 6 a 9 anni della abilitazione universitaria.

Lavoro e mi dedico al tema della depurazione in Sicilia per tutte le situazioni in cui siamo in infrazione europea e tra gli ultimi risultati spicca quello di aver trovato le risorse per Sant’Agata per la rimozione di alcuni rifiuti solido urbani.

 

Qual è la tua storia nel MoVimento 5 Stelle?

Seguo Beppe Grillo da sempre. Avendo vissuto in Veneto fino al 2014, fino a quell’anno ho seguito i Meetup veneti ma poi, una volta trasferita in Sicilia, ho cominciato a frequentare il Meetup “Grilli dello Stretto” di Messina dove ho conosciuto attivisti e PortaVoce.

Ne ho fatto parte in modo attivo fino a quando non ho fondato il Meetup “Nauloco di Venetico”.

Nel corso degli anni ho partecipato a molte iniziative del MoVimento, da “Italia a 5 stelle” ai banchetti per il NO al Referendum costituzionale del 2016, dando sempre una mano in occasione delle campagne elettorali regionali Siciliane. Ho promosso i banchetti per il NO alle trivelle, ho organizzato un convegno sui temi della scuola oltre a tante altre iniziative.

Nel 2017 mi sono candidata come sindaco M5S a Venetico, poi nel 2018 la mia elezione a senatrice. Sono la promotrice del metodo Canvas per la condivisione di idee e la realizzazione di progetti.

 

Quali sono i valori del MoVimento 5 Stelle in cui più di riconosci?

Primo fra tutti l’onestà. Poi i concetti di sostenibilità e di comunità.

 

Ci lasci una piccola curiosità su di te?

Non tollero le gelosie e l’invidia, non sono sentimenti che mi appartengono. Io voglio solo avere la possibilità di lavorare, in ogni campo, dalla scuola alla politica. Voglio farlo con gioia e imparare dagli altri, il resto mi annoia.

E ogni volta che torno a casa voglio mangiare almeno un pitone o della focaccia messinese altrimenti sto male.

2 Commenti

  • Abbiamo avuto modo di seguire il vostro percorso in questo periodo in cui il M5S è stato al Governo e vedere l’ impegno di entrambi per la realizzazione del Cambiamento delle politiche che Conte ha indirizzato al Paese e alla UE. Buon lavoro.

  • Salve mi chiamo Benefico Giovanni,sono di Taranto, nella mia provincia non ci sono posti,quindi da come si sta per svolgere la procedura non ci sarà occasione per poter partecipare a quest’altro bando.
    Nonostante ho 26 anni di servizio nelle scuole statali compreso 5 anni di lavori socialmente utili.
    Nonostante questi posti erano assegnati per chi era nel progetto lsu io e i miei vecchi compagni non abbiamo mai visto  il nostro sogno realizzato e stata solo una vita di sfruttamento e di tante ingiustizie.
    Purtroppo la nostra storia è troppo lunga da poterla scrivere,nessuno ha preso mai a cuore la nostra triste vicenda. Anche questa volta saremo vittime di un’ennesima ingiustizia infatti  prenderanno posto molte persone che non c’entravano nulla con noi,persone che sono entrate tramite sindacati che hanno pochi anni e che non sono né lsu né storici,comunque avranno la fortuna di prendere servizio nella loro residenza,mentre chi è ormai anziano come me che ho quasi sessant’anni rischia di non aver più neanche quel piccolo salario dopo una vita di par time e di tante umiliazioni.
    Sono consapevole che adesso ci sta’ un nuovo governo e che non conoscete la nostra storia fatta da tanta ingiustizie e corruzione ma se si vorrebbe ci si può documentare di come sono andate le cose con la consapevolezza che nel 2000 avevamo acquisito il diritto su quei posti e che ancora oggi sono accantonati per i veri LSU e i sindacati in primis ci hanno sempre negato.
    Chiediamo semplicemente con umiltà di finire i nostri anni lavorativi nella dignità che ci e stata sempre negata, grazie e buon lavoro.

    Inviato dal mio Galaxy

Lascia un commento

Event Detail

13 Marzo 2021 22:52

Warning: date() expects parameter 2 to be long, string given in /web/htdocs/www.francescoduva.it/home/wp-content/plugins/ova-events-manager/templates/single-event.php on line 350
+ Google Calendar + Ical Export