21 marzo contro le mafie: ricordiamo le vittime innocenti, difendiamo le ‘vittime viventi’

Come ogni tema che si affronta, anche la riflessione, la memoria e l’impegno per le vittime innocenti delle mafie penso vada messo in relazione al contesto di quel dato momento storico.

Nel 2021 questo ricordo, questo rinnovato impegno lo viviamo nei giorni bui della crisi sanitaria, economica e sociale provocata dalla pandemia. Il 21 marzo del ’21 può diventare la data di una promessa nuova: salvare quante più persone dalla morsa della criminalità organizzata, anche nelle sue ultime manifestazioni. Proteggerle dalle mafie che pescano nelle acque torbide del disagio di alcuni contesti urbani, che attingono dalla sofferenza per realizzare malaffare e profitto sporco.

Oggi voglio onorare la memoria delle vittime innocenti che non sono più tra noi perché cadute per mano delle mafie, dedicando questo pensiero alle ‘vittime viventi’. A quanti, cioè, sono soggiogati dalla prevaricazione della criminalità organizzata per assenza di opportunità. Ragazzi strappati alla scuola e buttati per le strade, donne che subiscono soprusi, imprenditori e commercianti ancora oggi soffocati dal racket e dall’usura.

La lotta antimafia non deve rimanere una posizione teorica, ma va messa in pratica. Ogni giorno. Ognuno di noi può farlo, dal suo punto di vista e nel suo lavoro. Oggi, ad esempio, lo Stato deve stare al fianco di chi sta subendo i colpi bassi di una crisi senza precedenti.

Anche nella mia attività parlamentare non smetterò di impegnarmi per questa importantissima causa. Facendo sentire la mia voce, introducendo strumenti come le borse di studio per i master antimafia, dando tutto lo spazio possibile al contributo di chi può veicolare la cultura antimafia. Lottando contro la corruzione, sostenendo misure di contrasto alla povertà e al bisogno: primi tra tutti Reddito e Pensione di Cittadinanza, Reddito di Emergenza. Spingendo su provvedimenti come la confisca dei beni mafiosi all’estero, per l’introduzione del reato di associazione mafiosa a livello europeo. Sostenendo le realtà che gestiscono i beni confiscati alle mafie. Potenziando la normativa contro il voto di scambio politico-mafioso. Parlando nelle scuole, ponendo costantemente il tema della trasparenza.

Lavoriamo ogni giorno, senza paura, per evitare altre vittime innocenti delle mafie. Crediamoci. Non giriamo mai lo sguardo dall’altra parte, non abbassiamo la testa, non facciamo spallucce. Dipende da ognuno di noi.

2 Commenti

  • Sono d’accordo, è importante ricordare le vittime della mafia che ci sono state nel passato, ma non dobbiamo dimenticarci che questo è un fenomeno che vuole colpire ancora nel presente. Bisogna costantemente lavorare affinché non accadano più certe cose, bloccare sul nascere qualsiasi intenzione di stampo mafioso, anche il più celato. E soprattutto portare a conoscenza del fenomeno le nuove generazioni partendo dalle scuole, sensibilizzarle fin dalla più tenera età, perché la conoscenza di ciò che è stato, lo sviluppo empatico nei confronti del prossimo, sono le prime armi per combatterlo.

  • Non bisogna mai dimenticare resteranno sempre nel cuore delle persone oneste. Grazie Francesco bella iniziative

Lascia un commento

Event Detail

21 Marzo 2021 10:04

Warning: date() expects parameter 2 to be long, string given in /web/htdocs/www.francescoduva.it/home/wp-content/plugins/ova-events-manager/templates/single-event.php on line 350
+ Google Calendar + Ical Export