Facciamo Ecoscuola: uno scuolabus per l’Istituto Cannizzaro di Messina

Senza categoria

L’iniziativa del MoVimento 5 Stelle “Facciamo EcoScuola – Restituiamo il futuro all’Italia” ha avuto un grande successo in tutto il Paese. Con questo progetto noi parlamentari del MoVimento 5 Stelle alla Camera e al Senato abbiamo restituito i nostri stipendi a favore della sostenibilità e dell’efficientamento delle scuole italiane.

In provincia di Messina sono stati tre gli istituiti che, grazie all’originalità delle loro idee, hanno ricevuto la massima votazione online e sono risultati vincitori del finanziamento. Dopo avervi parlato della “rimozione dei manufatti in amianto” dell’istituto dell’Istruzione Superiore “Verona Trento – Majorana” e del progetto “Plastic Free e Acqua a KM 0” dell’Istituto Pugliatti di Taormina, in questo articolo voglio dare spazio a “Uno scuolabus per tutti, tutti per lo scuolabus” dell’Istituto Cannizzaro Galatti di Messina.

PROGETTO “UNO SCUOLABUS PER TUTTI, TUTTI PER LO SCUOLABUS”

L’Istituto Cannizzaro Galatti sorge nel centro di Messina e prende il nome dai patrioti messinesi Tommaso Cannizzaro (garibaldino ed erudito poeta) e Giacomo Galatti (storico e letterato).

Quando venne bandita l’iniziativa 2020 di “Facciamo EcoScuola”, l’Istituto vi aderì presentando un progetto su “Uno scuolabus per tutti, tutti per lo scuolabus”. La votazione online premiò l’idea e la Cannizzaro Galatti, risultata vincitrice, ricevette 20.000 euro di fondi per portare a compimento il progetto.

“Grazie al finanziamento di EcoScuola abbiamo acquistato un pullmino per i nostri studenti”, ha spiegato la dirigente Egle Cacciola. “A causa della grave situazione pandemica, lo Scuolabus non può attualmente essere utilizzato per lo svolgimento del servizio a cui era preposto. Ciononostante, esso è stato temporaneamente adibito ad ‘aula ambulante- BIBLIOBUS’. In tal modo, mantenendo il doveroso distanziamento all’interno dell’abitacolo, le classi possono vivere il magico momento della lettura attraverso un viaggio immaginario con il loro Maestro-conducente”.

Lascia un commento