Home / Attività Parlamentare / Università: proposta di legge per rimodulare il numero chiuso
Università: proposta di legge per rimodulare il numero chiuso

Università: proposta di legge per rimodulare il numero chiuso

Il 5 marzo 2014 è stata caricata nel Sistema Operativo Lex la proposta di legge sulla rimodulazione dei metodi d’accesso ai corsi a numero programmato. Nonostante l’articolo 34 della nostra Costituzione garantisca ad ogni cittadino il diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi, la legge italiana prevede alcune limitazioni al libero accesso al sistema universitario, programmando, per alcuni corsi di laurea, il numero dei posti disponibili.

Questa disposizione, che nasceva dall’esigenza di ridurre il rischio di disoccupazione per i giovani laureati, è stata trasformata dai vari governi in uno strumento utile a ridurre progressivamente gli investimenti nel mondo dell’università e della ricerca. Con questa Proposta di legge intendiamo modificare radicalmente l’attuale sistema del “ numero chiuso ” in Italia, considerando nuovi criteri per la determinazione annuale dei posti disponibili e prevedendo nuove modalità per l’accesso degli studenti ai corsi di laurea.

Attraverso l’introduzione nel nostro ordinamento del “modello francese” per l’accesso ai corsi a numero programmato e, soprattutto, del diritto dello studente a proseguire gli studi specialistici di area medica, intendiamo garantire che, nonostante la presenza di alcune limitazioni al libero accesso alla formazione universitaria, agli studenti meritevoli venga comunque data la possibilità di raggiungere i gradi più alti degli studi, così come sancito dalla nostra Costituzione.

La proposta di legge quindi prevede, brevemente:
l’introduzione del metodo francese (test d’ingresso alla fine del primo anno accademico);
– designazione dei posti in base al fabbisogno nazionale (aumento del numero di posti disponibili);
– numero di borse per le scuole di specializzazione di area sanitaria pari al numero di laureati in medicina nello stesso anno (diritto alla specializzazione).

Avete consigli, critiche proposte? Partecipate alla discussione QUI! Dopo due mesi di discussione la proposta di legge verrà depositata alla Camera con le opportune modifiche segnalate da Voi!

Non siete iscritti al M5S? Potete farlo cliccando al seguente link: Iscriviti al Movimento

Nel frattempo, se volete contribuire con la vostra opinione, potete leggere la proposta di legge QUI e dire la vostra qui sul sito, ne terrò comunque conto.

Saluti in MoVimento!
Francesco

Commenti

Scroll To Top